Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare?

Il luogo per le prime domande, dubbi e indicazioni per avviare al meglio un acquario marino mediterraneo

Moderatore: Luke

Avatar utente
andrea
Socio AIAM
Socio AIAM
Messaggi: 5596
Iscritto il: 31 mar 2010, 11:55
Località: Muggia

Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare?

Messaggio da andrea » 1 feb 2012, 15:53

Come da titolo, visto che di recente l'argomento è stato riportato alla ribalta, invito tutti quelli che hanno voglia di partecipare a raccogliere in questo topic idee, spunti e suggerimenti per preparare un articolo o una mini-guida da offrire a chi si approccia per la prima volta ad un acquario o ad un acquario med e desidera allestire una vasca semplice da mantenere e possibilmente poco costosa.

Metterei personalmente questi paletti:
- no sump;
- no refrigeratore;
- organismi pochi e resistenti.

Altro?

Che ne dite, proviamo a confrontarci su questo tema e cerchiamo di trarre delle conclusioni?
Socio AIAM 75
Il mio blog
Il mio topic

"Esistono soltanto due cose infinite: l'universo e la stupidità umana. Ma della prima non sono tanto sicuro."
Albert Einstein

Immagine

Avatar utente
rossigeologo
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 5693
Iscritto il: 5 apr 2010, 22:43

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da rossigeologo » 1 feb 2012, 19:35

In realtà è un nuovo capitolodella quarta edizionedella guida del principiante che dovrei decidermi a sistemare.... perchè la soluzione è semplice:
-un buon filtro biologico con siporax
-poco fondo di ghiaietto
-caulerpa
-vasca aperta per favorire l'evaporazione in estate e controllare un po' megòio la temperatura.
- invertebrati e pesci semplici (ho una lista)

Questo arrangiamento popolato con prudenza consente un lungo periodo di buona saliute e amene osservazioni, ed è la più economica vaschetta per iniziare. Sapendo però che se si vuole fare unaltro passo.... bisogna cambiare... e investire!
Stefano C. A. Rossi

Milano

lelef
Messaggi: 365
Iscritto il: 20 giu 2010, 17:15

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da lelef » 1 feb 2012, 19:44

ma con uno schiumatoio no?
anni fà per non far sbagliare consigliavo spessissimo il tunze interno, facile da posizionare da tarare da pulire , certo di meglio ce nè a iosa ma un coso del genere è alla portata di un principiante e dà un riscontro più diretto del carico in vasca

Avatar utente
rossigeologo
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 5693
Iscritto il: 5 apr 2010, 22:43

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da rossigeologo » 1 feb 2012, 19:50

Anche,ma lo ritengo già un passo superiore
Stefano C. A. Rossi

Milano

lelef
Messaggi: 365
Iscritto il: 20 giu 2010, 17:15

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da lelef » 1 feb 2012, 19:55

economicamente sì,però visto da me quale gran ignorante di filtri bio mi sembra più intuitivo capire guardando la sporcizia nel bicchiere

lifeguard76

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da lifeguard76 » 1 feb 2012, 22:52

rossigeologo ha scritto:In realtà è un nuovo capitolodella quarta edizionedella guida del principiante che dovrei decidermi a sistemare.... perchè la soluzione è semplice:
-un buon filtro biologico con siporax
-poco fondo di ghiaietto
-caulerpa
-vasca aperta per favorire l'evaporazione in estate e controllare un po' megòio la temperatura.
- invertebrati e pesci semplici (ho una lista)

Questo arrangiamento popolato con prudenza consente un lungo periodo di buona saliute e amene osservazioni, ed è la più economica vaschetta per iniziare. Sapendo però che se si vuole fare unaltro passo.... bisogna cambiare... e investire!

-secondo me mancano:

il tipi di filtro biologico che bisogna usare (esterno o interno, ma penso sia uguale)(magari anche con consigli sulle marche più affidabili)

-il tempo in cui l'acquario deve maturare( 15giorni, 1, mese??)

l'illuminazione se necessaria con numero delle ore di funzionamento che ne so dalle 9 alle 18 ad esempio

la lista degli invertebrati e pesci semplici da inserire sarebbe la ciliegina sulla torta


Mi sembra un'ottima soluzione, che lentamente può essere ampliata, magari anche con una lista degli step successivi,esempio:



vasca per per principante base :
-un buon filtro biologico con siporax
-poco fondo di ghiaietto
-caulerpa
-vasca aperta per favorire l'evaporazione in estate e controllare un po' megòio la temperatura.
- invertebrati e pesci semplici (ho una lista)

Vasca principante 2 livello
-un buon filtro biologico con siporax
-poco fondo di ghiaietto
-caulerpa
-vasca aperta per favorire l'evaporazione in estate e controllare un po' megòio la temperatura.
- invertebrati e pesci semplici (ho una lista)
-schiumatoio

eccc eccc eccc

con una guida così, semplice e completa, il 90% delle domande ripetute in successione sul forum sarà eliminato, e secondo me, un sacco di gente si avvicinerà al mediterraneo!!!!!!


se volete posso fare una foto dettagliata per ogni procedura in modo da inserirla nella guida, dalla vasca vuota al prodotto finito


Avatar utente
rossigeologo
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 5693
Iscritto il: 5 apr 2010, 22:43

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da rossigeologo » 1 feb 2012, 23:21

quella delle foto sarebbe una ottima idea!
Stefano C. A. Rossi

Milano

Avatar utente
andrea
Socio AIAM
Socio AIAM
Messaggi: 5596
Iscritto il: 31 mar 2010, 11:55
Località: Muggia

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da andrea » 1 feb 2012, 23:55

Al di là dell'acquario temporaneo presso l'asilo (a proposito, dopo la dismissimone pre-vacanze natalizie, ho già preso accordi per riallestire l'acquario in un altra classe la prossima settimana), attualmente ho in soffitta un acquarietto da 20 litri.
Sta girando con un aereatore, uno skimmer interno Tunze 3110/2 (ho dovuto forare il coperchio per farcelo stare) e nient'altro. Due o tre cm di sabbia, qualche roccetta, e dentro di stanno: uno Xantho poressa, un Paguristes oculatus (che si è sistemato sulla conchiglia un'Anemonia viridis), altre due Anemonia viridis (di cui una piuttosto grande), una bella Aiptasia mutabilis, una schiera di piccoli Palemon. Con l'aggiunta di un piccolo Gobius bucchichii(o comecavolo si scrive) e un minimo di cura in più, sarebbe un gioiellino.
In effetti, per un allestimento da "primo acquario" io punterei proprio su qualcosa del genere, magari con un litraggio da 60 litri e calcolando il livello interno dell'acqua in modo da poter sistemare lo skimmer senza dover forare il coperchio.
Un acquario del genere (a questo punto anche senza filtro interno), secondo me potrebbe dare grandi soddisfazioni per chi è agli inizi.
Socio AIAM 75
Il mio blog
Il mio topic

"Esistono soltanto due cose infinite: l'universo e la stupidità umana. Ma della prima non sono tanto sicuro."
Albert Einstein

Immagine

Avatar utente
joker
Messaggi: 869
Iscritto il: 27 mag 2010, 18:13
Località: Torino o quasi...

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da joker » 2 feb 2012, 10:00

Direi essenziale, almeno per il primo riempimento, AMN e lasciar girare un mese senza inserire organismi (anche nel dolce è il tempo classico di attesa)
Mauro Socio AIAM 238
Torino... circa
_____________________________________________
Immagine
Immagine

il mio blog: http://www.aiamitalia.it/blog/blogs/blog1.php

lifeguard76

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da lifeguard76 » 2 feb 2012, 19:07

Quando completate la lista, inizio l'allestimento e faccio delle foto per ogni passaggio )

Avatar utente
andrea
Socio AIAM
Socio AIAM
Messaggi: 5596
Iscritto il: 31 mar 2010, 11:55
Località: Muggia

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da andrea » 2 feb 2012, 23:28

Per il neofita che abita nell'entroterra e non ha la possibilità di recarsi spesso al mare, un mese di attesa penso sia improponibile.
Io partirei almeno con qualche organismo estremamente resistente, tipo dei Palaemon, qualche paguro e un paio di Actinia equina o di Anemonia viridis.

Il tempo d'attesa lo riterrei indispensabile prima di inserire pesci o altri organismi "inquinanti".
Socio AIAM 75
Il mio blog
Il mio topic

"Esistono soltanto due cose infinite: l'universo e la stupidità umana. Ma della prima non sono tanto sicuro."
Albert Einstein

Immagine

samma
Messaggi: 21
Iscritto il: 2 feb 2012, 20:08
Località: anzio

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da samma » 3 feb 2012, 0:07

mi associo anche io all'elenco di cose che non deve mancare per un acquario di un principiante:
-filtro biologico interno a comparti con pompa per il ricircolo
-lampade al neon 4000-5000° con 0,2 W/l
-un buon areatore
-un fondo medio (4-5 cm) abbastanza fine
-rocce vive porose
-carico biologico non eccessivo
-uno schiumatoio (utile ma non indispensabile????)

ci può stare come primo allestimento?

Avatar utente
andrea
Socio AIAM
Socio AIAM
Messaggi: 5596
Iscritto il: 31 mar 2010, 11:55
Località: Muggia

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da andrea » 3 feb 2012, 0:18

Ciao Samma... chi sei?
Potresti approfittare dell'apposita sezione per presentarti.

Riguardo al tuo elenco, sono sostanzialmente d'accordo.
Per le luci, però, 4.000-5.000°K sono una gradazione troppo calda, che favorisce la crescita delle alghe filamentose.
Piuttosto è meglio una combinazione di 10.000°K con un'attinica.
In ogni caso, a meno di un prodotto commerciale già confezionato con i neon, meglio ancora orientarsi verso led o lampade a risparmio energetico (secondo me).
Socio AIAM 75
Il mio blog
Il mio topic

"Esistono soltanto due cose infinite: l'universo e la stupidità umana. Ma della prima non sono tanto sicuro."
Albert Einstein

Immagine

Avatar utente
gnatophillum
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 10490
Iscritto il: 30 mar 2010, 13:18
Contatta:

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da gnatophillum » 3 feb 2012, 0:24

ciao samma,
magari potresti presentarti nella sezione apposita, così per conoscerci.
andando ai tuoi punti.
- filtro biologico interno o esterno va bene comunque.
- non capisco il tipo di lampade e la potenza da te indicata. una gradazione da 4000-5000°Kelvin non ne vedo il motivo, troppo calda, meglio minimo una 6500, se no una 10000 come unica lampada. poi 0,2w/l è veramente pochino, se si usano rocce di superficie con tante alghe si andrebbero a perdere nel giro di pochissimo tempo, se si usano rocce che sono lo scarto dei pescatori, allora conviene una luce fredda, magari la presenza di una lampada blu.
- fondo 4-5 cm di spessore fine. perchè? io sarei per un fondo di un paio di cm al massimo e non fine ma di qualche mm per favorire il popolamento da parte di piccoli crostacei.
Pietro Grassi
---------------
Oslo - Norvegia

LEGGI le nostre guide, saprai come iniziare!!!!le guide di AIAM

Jellyfish
Socio AIAM
Socio AIAM
Messaggi: 908
Iscritto il: 22 giu 2010, 1:14
Località: padova

Re: Linee guida per il neofita - un med "facile" si può fare

Messaggio da Jellyfish » 3 feb 2012, 0:31

Per quanto mi riguarda credo sia sbagliato ( o meglio, più difficile) partire dalla vasca e dalla parte tecnica senza sapere in che direzione andare. È così che poi si va incontro a spese extra e cambi di gestione.
Penso che il punto di partenza debba essere dato dagli organismi che si vogliono tenere. Anche il neofita di sicuro si ė già fatto una mezza idea di cosa gli piace.
Solo a questo punto si può consigliare la parte tecnica più semplice, economica e funzionale da adottare in base alle aspirazioni del neofita.
Franco
Socio AIAM

Rispondi