dsb tanti dubbi

Il luogo per le prime domande, dubbi e indicazioni per avviare al meglio un acquario marino mediterraneo

Moderatore: Luke

Avatar utente
Yemenita
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 3404
Iscritto il: 1 giu 2010, 21:46
Località: Alassio
Contatta:

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Yemenita » 13 nov 2016, 21:50

Il negoziante di fiducia di acquari qui di Alassio, ha messo, su mio consiglio, un bel impianto con dsb tropicale. Granulometria sinile alla tua , se non più grossa, ed è partito alla grande. Abbi fede e pazienza :) Una roccetta buona ogni tanto e cambi sporadici
Prima di fare domande inutili LEGGI le guide di AIAM

Alessio
Messaggi: 93
Iscritto il: 6 mar 2016, 11:31

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Alessio » 14 nov 2016, 11:16

Grazie ancora a voi tutti, cercherò di seguire il più possibile i vostri consigli

Avatar utente
pepino
Messaggi: 493
Iscritto il: 7 nov 2010, 3:07

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda pepino » 15 nov 2016, 0:48

Ciao Alessio,
come ti hanno detto sei sulla strada giusta, la partenza del DSB non si misura né con il numero di vermi che si vedono, né con eventuali chiazze scure, ma l'unico modo certo è misurando i valori della vasca, quando sono buoni vuol dire che ha iniziato il suo lavoro.
Io, in una vasca con soli 4 cm di sabbia, ho dovuto attendere sino a tre mesi prima di vedere qualche vermetto, figuriamoci in 17 cm; i vermi li puoi introdurre facilmente raccogliendo pietre poggiate sulla sabbia, ricche di vita.
Per quel che riguarda la granulometria della sabbia, con tutta quella che hai messo, non hai nulla di che preoccuparti, Calfo docet.
Salentu: lu sule, lu mare, lu ientu.
Stefano Giangrande, Lecce.

Alessio
Messaggi: 93
Iscritto il: 6 mar 2016, 11:31

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Alessio » 15 nov 2016, 17:08

Bene, allora a breve farò i test.
Per quanto riguarda le rocce quelle che ora posso procurarmi sono attraverso gli scarti della piccola pesca, magari sono anche molto porose, ma penso che provengano da fondali rocciosi a strapiombo, quindi non dovrebbero poggiare sulla sabbia; quindi di tanto in tanto come di sicuro giustamente mi hanno consigliato posso metterle lo stesso
Grazie sempre per i consigli, buona serata

Avatar utente
Yemenita
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 3404
Iscritto il: 1 giu 2010, 21:46
Località: Alassio
Contatta:

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Yemenita » 15 nov 2016, 21:16

Saranno perfette :)
Prima di fare domande inutili LEGGI le guide di AIAM

Alessio
Messaggi: 93
Iscritto il: 6 mar 2016, 11:31

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Alessio » 16 nov 2016, 18:16

Ok grazie

Alessio
Messaggi: 93
Iscritto il: 6 mar 2016, 11:31

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Alessio » 17 nov 2016, 14:18

Buon giorno mi rifaccio vivo solo per un dubbio circa dei vermi che sono usciti fuori da un secchio nel quale ho messo a spurgare delle rocce.
Il dubbio sorge dal fatto che alcune di questi vermi sebbene molto piccoli, sembrano un po’ aggressivi.
Vi chiedo perciò in base alle foto che vi invio (spero si vedano in modo sufficientemente chiaro) se qualcuno di voi ne riconosce famiglia, genere o specie alfine di dirmi se è il caso di inserirli in acquario sperando che si insabbino facilitando la maturazione del DSB o è il caso di evitare?
Inoltre nel secchio dove ho lasciato una roccia è spuntato questo piccolissimo ospite; penso si tratti di un’ofiura.Considerando che il DSB come sapete non è per nulla maturo è il caso di inserirla in acquario o appena posso la libero in mare?
Ancora grazie
Allegati
verme.jpg
verme.jpg (18.18 KiB) Visto 616 volte
stella.jpg

Avatar utente
gnatophillum
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 10386
Iscritto il: 30 mar 2010, 13:18
Contatta:

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda gnatophillum » 17 nov 2016, 16:45

L'ofiura mettila, il polichete riportalo a mare

gnatophillum on tapatalk
Pietro Grassi
---------------
Oslo - Norvegia

LEGGI le nostre guide, saprai come iniziare!!!!le guide di AIAM

Alessio
Messaggi: 93
Iscritto il: 6 mar 2016, 11:31

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Alessio » 17 nov 2016, 18:33

Ok grazie, ma è pericoloso immettere questo tipo di polichete? In quanto penso che nella roccia che precedentemente ho immesso nell'acquario ve ne fossero dello stesso tipo

Avatar utente
Yemenita
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 3404
Iscritto il: 1 giu 2010, 21:46
Località: Alassio
Contatta:

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Yemenita » 17 nov 2016, 21:53

Ci sono alcuni tipo di policheti dannosi tipo l'eunice o il vermocane . Questo sinceramente non si capisce. Ma Pietro sa cosa dice :)
Prima di fare domande inutili LEGGI le guide di AIAM

Avatar utente
gnatophillum
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 10386
Iscritto il: 30 mar 2010, 13:18
Contatta:

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda gnatophillum » 18 nov 2016, 12:13

se noti gia' una certa aggressivita' non e' buono, perche' tendera' a mangiare tutto cio' che gli entra in bocca. meglio policheti piccoli ma occhio a eunice e vermocane, sono predatori e molto voraci.
Pietro Grassi
---------------
Oslo - Norvegia

LEGGI le nostre guide, saprai come iniziare!!!!le guide di AIAM

Alessio
Messaggi: 93
Iscritto il: 6 mar 2016, 11:31

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Alessio » 18 nov 2016, 13:22

Giustissimo devo allora solo sperare che non si tratti di uno di questi due, in quanto come ho già detto ho messo da una dozzina di giorni una roccia che con ogni probabilità ne aveva.
Ancora grazie

Alessio
Messaggi: 93
Iscritto il: 6 mar 2016, 11:31

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Alessio » 3 apr 2017, 19:18

Salve, mi rifaccio vivo per parlarvi purtroppo del mio totale fallimento col DSB; sono ormai trascorsi oltre 5 mesi dall'inserimento della sabbia e di bolle neanche l'ombra.Ho provato col cambiare ogni mese circa delle roccette sia provenienti dalla piccola pesca e quindi di profondità che delle piccole rocce a bassa-bassissima profondità che erano in mare adagiate in zone sabbiose. Entrambe le topologie riportate poi in mare. Questo son riuscito a farlo fino a Dicembre; poi per una serie di problemi mi sono dovuto fermare. Ho inserito 1 massimo 2 volte alla settimana piccoli pezzi di cibo secco (tablets tabimin della tetra), quando poi ho visto che anche mettendolo sotto una roccetta il giorno dopo nessuno se ne era nutrito mi sono fermato ed anche in questo caso era Dicembre. Ho anche provato con dei piccoli pezzi di alice fresca, ma niente di niente. Risultato, sebbene sia stato lì attento a togliere il cibo dopo qualche ora, eccezion fatta per l'unico procedimento sopra detto,i vetri della vasca dopo una prima patina incrostante marrone, forse Diatomee, si sono ovviamente ricoperti di alghe verdi molto chiare mai oltre il cm di lunghezza, spesso anche molto meno. Visti i risultati mi son fermato con la piccola somministrazione settimanale di cibo.
Nessun segno di canalicoli e di di vermi insabbiatori che restano il mio grande cruccio, neanche l'ombra; ma quali sono i vermi buoni come fare per inocularli, è vero di sabbia differente non ne ho aggiunta, ma non mi sembrava il caso visto che lo strato in partenza raggiungeva i 16-17 cm; considerando e visto che almeno fino a Dicembre di piccole roccette per inoculare endofauna ne ho cambiate e come sopra detto di diverse tipologie?
Da premettere che nel tentativo di fare le cose per bene durante il primo mese di immissione della sabbia ho inserito solo due piccolissime rocce e comunque anche dopo le rocce non hanno mai ricoperto che il 5 massimo 10% della totale superficie dello strato di sabbia.
Dell'iniziale ricca fauna di piccoli-piccolissimi crostacei costituita principalmente da isopodi e copepodi che in passato vi ho descritto neanche l'ombra.
Ho provato a Novembre e poi a Febbraio con fonti di carbonio per dare una scossa al sistema per mezzo dell'aumento del batterioplancton, ma dopo una partenza con 0,5 ml al giorno di alcool puro al 100% quando sono arrivato a 0,75 ml ( 0,5 mattino presto + 0,25 la sera) si è formata una patina biancastra e mi sono fermato, questo a Novembre. A Febbraio, quando ho provato a ricominciare partendo da 0,25 mlsi è subito formata una patina biancastra, mi son fermato, ma sono comparsi dei cianobatteri del genere oscillatoria, sviluppo che è stato comunque limitato visto che la vasca è illuminata da un solo neon T5 giesseman powercrome pure actinic da 39 w.
Premesso che ora non alimento più la vasca da oltre un mese, ma comunque le alghe sul vetro continuano ad aumentare i valori chimico fisici sono attualmente questi:
T 16.5 °C mediante refri Teco TK 1000 (che refrigera nel complesso circa 360-380 litro tra vasca principale piccolo refugium e acqua in sump), va detto che la vasca principale è in vetrocamera, ma senza coperchio.
Salinità 36 x 1000 misurata con rifrattometro portatile.
NH3-NH4 non rilevabili con test Sera.
N02 non rilevabili con test Sera.
N03 20-25 ppm/L con test Tetra.
P04 0,3 con test Tropic marine.
PH 8,2, ma tale misurazione non è recente.
KH 10 test Tropic marine.
Mg 1650 ppm/l test salifert.
Ca 460 ppm/l test Sera.
O2 a saturazione (oltre 8 ppm/l tramite test Tetra).
Va detto che integro la cosiddetta triade con il prodotto Aragamilk della Carib Sea visto che solo nel refugium allestito anch'esso con DSB, ma fatto fatto più che da sabbia da piccoli "sassi" mio grave errore iniziale, mi erano cresciute poche piccole alghe coralline identificate poi essere appartenenti alla specie pseudolitophyllum expanseum che erano cresciute sopra uno strato incrostante di alghe marroni, ma che ora sono in forte regresso vista la comparsa delle alghe verdi di cui sopra citato. Scusate per l'OT, ma devo dire che l'Aragamilk sebbene utile a mantenere o innalzare i valori della triade, nel mio caso ogni volta che la metto specie se al mattino presto, a luci spente come suggerisce la casa produttrice corrisponde sistematicamente una comparsa dei cianobatteri del genere oscillatoria, nonostante ne metta pochissimo insomma circa la metà di quello che consigliano; sarà forse un caso, commetterò forse qualche errore, non sò.
In conclusione scusandomi per la grande prolissità, ma proprio non sono riuscito ad "abbreviare questi 5 mesi" vorrei da voi un consiglio su cosa fare, dove ancora ho sbagliato ed infine se un indomani volessi ancora tentare col DSB, quali sono ancora gli accorgimenti da seguire (se vi sono) nella procedura di eliminazione della sabbia, specie visto che quella depositatasi a contatto col vetro di fondo non sarebbe facile da togliere e potrebbe contenere un pò d'acqua andata incontro ad i processi tipici di un ambiente lievemente anossico ed anch'essa, l'acqua difficilmente eliminabile del tutto?
Grazie ancora e buona serata.

Avatar utente
Yemenita
Direttivo AIAM
Direttivo AIAM
Messaggi: 3404
Iscritto il: 1 giu 2010, 21:46
Località: Alassio
Contatta:

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda Yemenita » 3 apr 2017, 20:48

Ma hai già smantellato ?!

Guarda che un DSB può partire anche dopo 9 mesi. Ti stai fermando sul più bello. Comincia a popolare, anche con un grappolo di mitili. E vedi come si comportano. Ci sono precedenti di inneschi , dopo mesi di stasi, con un'ostrica viva inserita per disperazione. Se trovi mitili selvatici raccolti da te meglio.
Prima di fare domande inutili LEGGI le guide di AIAM

castoronero
Messaggi: 276
Iscritto il: 6 mag 2015, 20:56
Località: Taranto

Re: dsb tanti dubbi

Messaggioda castoronero » 4 apr 2017, 7:04

Segui il consiglio di yemenita e affidati solo ai test.
Ripeti NO2 ed NO3,perchè qualcosa non quadra.se puoi usa un solo test per le 2 rilevazioni.(tipo tropic marine).
Vito


Torna a “Il mio primo acquario mediterraneo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti